Manutenzione ecologica

Effettuiamo la manutenzione della tua area verde nel totale rispetto per la natura che ti circonda.

Il segreto per avere un prato spettacolare

Un giardino ben curato è un vero spettacolo piacevole per gli occhi.

Ma per ottenere risultati straordinari, sono necessarie cure e manutenzioni efficaci.

Per questo il team di Piacentini Giardini garantisce il corretto sviluppo delle tue piante fino a quando affiderai a noi la manutenzione del tuo prato.

Così che tu possa godere di un’opera d’arte naturale in casa tua, senza alcuna difficoltà.

Nelle prossime righe di questa pagina ti mostreremo in cosa consiste la manutenzione Piacentini Giardini e perchè può essere definita “ecologica”.

“Una casa senza giardino è come un vestito senza tasche”

Sfalcio del prato

Il primo step per una manutenzione completa del tuo giardino è lo sfalcio del prato.

Il nostro team lo effettua a cadenza settimanale, così da permetterti di avere un tappeto erboso sempre pulito ed in ordine.

Lo sfalcio necessita di particolare attenzione all’altezza dell’erba (soprattutto in relazione ai mesi estivi ed invernali) ed è un’intervento fondamentale per il corretto sviluppo e mantenimento del tuo prato.

Molto spesso banali errori di sfalcio aprono le porte a tanti problemi di malattie, specialmente d’infestanti.

È una pratica molto spesso sottovalutata, ma il nostro team di specialisti dedica la massima cura a tutto il processo.

Per noi la cura del tuo prato viene prima di ogni altra cosa.

Arieggiatura e Sabbiatura

L’arieggiatura è un’intervento di fondamentale importanza per la manutenzione del verde.

Ti permette di avere sempre il terreno pulito.

Decomposizione naturale, muschio e altri materiali di scarto tendono a soffocare il prato, creando sopra un letto di materiale che può provocare al tuo prato numerose malattie.

Inoltre, questo tappeto indesiderato, limita fortemente gli scambi gassosi nel terreno, ostacolando la traspirazione del giardino.

Per questo i tecnici di Piacentini Giardini effettuano con grande cura questo processo per migliorare la salute del tuo spazio verde.

Ecco come si suddividono i nostri processi operativi:

  • Arieggiatura meccanica tramite macchina a lame o a molle (dipende). La macchina lame può essere incrociata o su singolo passaggio, a seconda della struttura del tuo prato;
  • Raccolta del feltro sollevato dalla macchina tramite rastrello apposito e carico del materiale sul camion;
  • Se qualche zona rimane particolarmente chiara, procediamo con una semina localizzata utilizzando la specie che riteniamo più opportuna;
  • Sabbiatura superficiale di pochi millimetri, utilizzando una sabbia silicea.
  • Concimazione chimica con concimi a lenta cessione e NPK variabile, personalizzabile a seconda delle caratteristiche del tuo giardino.
  • Concimazione organica di fondo per arricchiere il terreno di humus e sostanze organiche. Questo processo è fondamentale per lo sviluppo ed il mantenimento di microrganismi utili. Anche in questo caso si può valutare a seconda delle condizioni del prato.
  • Applicazione di insetticidi se, in fase di semina, si notano: presenza di formicai, merli o lombrichi, nottue o lepidotteri. Questi organismi potrebbero causare problemi di germinazione o di manutenzione per il tuo tappeto erboso.

Concimazione

La concimazione è una fase fondamentale per la crescita del prato e il nutrimento del terreno.

Il nostro team utilizza numerose tipologie di concimi, che possiamo raggruppare in due macro famiglie principali.

Ecco quali sono:

Concimi chimici

Si tratta per lo più di prodotti di sintesi.

Sono validi, in particolar modo, per l’aspetto estetico e pratico, ma d’altra parte se utilizzati in maniera intensiva contribuiscono all’impoverimento del tuo terreno, della flora batterica, dell’humus e della sostanza organica.

Prima di sfruttarli devi essere consapevoli di cosa utilizzi e soprattutto devi capire di cosa ha e non ha bisogno il tuo verde.

I concimi chimici lavorano sulla foglia e sulla radice, non sul terreno.

Hanno risultati mediamente visibili e relativamente veloci. 

Sono considerati tra i più efficienti per chi desidera un risultato estetico ottimale nel minor tempo possibile.

Concimi organici

I concimi organici offrono sostanza organica ai nostri terreni, garantendo effetti per lo più indiretti (raramente hanno azioni tangibili e visibili direttamente).

I vantaggi principali sono:

  • terreno maggiormente sciolto
  • minor ristagno idrico
  • maggior numeri di microrganismi utili che lo abitano
  • più flora batterica
  • maggior controllo di altri parassiti che altrimenti ci creerebbero problemi alla minima situazione
  • un’apparato radicale più nutrito, migliore e più profondo: anch’esso incide indirettamente sulla manutenzione del nostro tappeto. Più l’apparato radicale è profondo, più cela sostanze di riserva utilissime per lo stress e il mantenimento del prato.

I concimi organici lavorano principalmente sul terreno, e non sulla struttura della pianta.

Controllo periodico dell'impianto di irrigazione

Il controllo dell’impianto di irrigazione è  un’operazione fondamentale che permette di tener sotto controllo i malfunzionamenti, rotture e piccoli disguidi vari, prima che possano creare danni al prato o alle piante. 

Nelle prossime righe ti mostreremo perchè è fondamentale fare un controllo pre-accensione sull’impianto d’irrigazione:

  • Per prevenire problemi al prato: la maggior parte delle malattie e infestanti  ha una correlazione diretta con i malfunzionamenti degli impianti.
  • Per controllare che centralina ed elettrovalvole funzionino correttamente. Spesso accade che temporali o piccoli sbalzi elettrici di rete contribuiscano alle disfunzioni della centralina. Per questo motivo, regolarmente, serve fare un check rapido.
  • Per regolare eventuali testine / ugelli di irrigatori. Anche un semplice tosaerba, al contatto con una testina, può inclinarla o modifcarne il flusso.
  • Per essere più tranquilli e preparati alla stagione che sta per arrivare.

Un’altra attività fondamentale è la chiusura e lo scarico del collettore.

Il nostro team di specialisti si occuperà di tutto il processo operativo per evitare che l’acqua stagni all’interno delle tubazioni e del collettore.

In caso di clima rigido l’acqua potrebbe ghiacciare. erompere completamente il collettore.

È un processo che mettiamo in pratica verso fine stagione, così da non avere problemi con il gelo invernale.

Come combattiamo le malattie del tuo prato

Sicuramente, almeno una volta nella vita, avrai sicuramente visto un prato (o comunque un tappeto erboso) ammalato.

Il primo segno per capire se il tuo verde è in pericolo, o è già stato “insediato”, è il colore.

Un prato completamente verde, lucente e pulito è con grande probabilità un prato sano e in salute.

In caso contrario, lungo tutto il manto, si potrebbero presentare macchie (di grandezza variabile) di colore giallo o bruno.

Devi sapere che i prati (principalmente quelli abitabili) possono contrarre 3 principali malattie funginee:

  • La Rhizoctonia Solani
  • La Sclerotina Homeocarpa
  • Il Pythium

Queste comuni malattie del prato si presentano con grande frequenza, se non viene trattato con la dovuta cura.

E, una volta espanse, è davvero difficile riuscire a contenere e eliminare la loro proliferazione.

Per tutte le tipologie descritte abbiamo ideato alcune piccole regole agronomiche che possono influire efficacemente sul loro contenimento:

Entra nel mondo di Easy Master Garden

Guarda questo estratto di uno dei nostri corsi, spiegati tutti con linguaggio comprensibile e semplice per non impedirne l’apprendimento a nessun volenteroso di crearsi il proprio Paradiso Terrestre.

Prima regola: NON si taglia il prato quando l'erba è umida o bagnata

Non tagliare MAI il prato quando l’erba è bagnata o umida, in particolare in piena estate.

Le spore fungine (non visibili a occhio nudo), in caso di sfalcio del prato in queste condizioni, si moltiplicheranno a dismisura.

Il risultato, oltre ad influire sull’estetica del prato, potrebbe incidere notevolmente anche sulla sua salute.

Seconda regola: disinfetta la lama prima del taglio

Quando effettui il taglio su un prato ammalato è fondamentale disinfettare la lama prima dell’operazione.

Se sai che il tuo giardino ha già contratto una malattia e chiami il giardiniere per farti fare il trattamento, devi disinfettare la lama con appositi prodotti per il taglio successivo.

In questo modo eviterai che le spore ancora attaccate all’attrezzo possano infestare nuovamente la tua area verde.

Terza regola: gestione accurata dell'irrigazione

Una gestione accurata dell’irrigazione del prato può fare davvero la differenza per evitare le malattie funginee.

Ggli orari d’irrigazione sono fondamentali per prevenire al massimo questo problema.

Non bisogna bagnare MAI il prato in orari serali.

Perchè? L’acqua è un veicolante, e le spore la utilizzano per proliferare in tutta l’area verde.

Se, in piena Estate, bagnamo il prato la sera, le spore avranno tutta la notte per espandersi nel prato.

Se invece effettuiamo l’irrigazione di prima mattina, qualche ora prima della fuoriuscita del sole, le spore non avranno tempo di espandersi perchè il prato. si asciugherà in pochissimo tempo.

L'antigerminello

Per combattere malattie e infestanti del tuo prato, i nostri specialisti hanno a disposizione un antigerminello, liquido o granulare.

Si tratta di un diserbante di pre-emergenza attivo nei confronti delle principali infestanti annuali del tappeto erboso.

Un buon antigerminello, unito ad una arieggiatura e sabbiatura del prato ottimali, ci permette di offrirti una validissima garanzia per la protezione della tua area verde.

Lo facciamo una sola volta all’anno, in quanto il prodotto crea un minimo stress radicale, che il tuo prato farà fatica a tollerato in caso gli interventi dovessero essere numerosi.

L’antigerminello, grazie alla sua potente efficacia, riesce a limitare fortemente gli interventi di diserbo chimico selettivo.

Ci teniamo comunque a specificare che anche questo è da considerarsi un prodotto di fascia “chimica”, e quindi non naturale.

Tuttavia, in certe situazione, grazie all’intervento del team Piacentini Giardini, può davvero fare la differenza per mantenere in salute lo stato delle tue piante.

La potatura

La potatura è un processo davvero articolato.

Consigliamo di eseguirla solo affidandoti ad un team di esperti, come il nostro, in precisi periodi dell’anno.

Questo perchè ci sono delle situazioni in cui l’albero non è strutturalmente pronto per affrontare una nuova crescita delle proprie parti costituenti.

Gli specialisti di Piacentini Giardini effettueranno la potatura delle tue piante, in linea generale, durante tutto l’ann, tranne due casi eccezionali:

Durante l'emissione fogliare

In primavera le piante impegnano molte energie per emettere le foglie.

Possiamo dire che si tratta del periodo più delicato in assoluto per la tua area verde.

Se capitasse di generare una ferita sulla pianta, correresti il rischio di mandarla in stato di stress e compromettere la sua crescita.

La potatura è simbolo di grandissimo stress per le tue piante, per questo motivo è necessario affidarsi a degli esperti, come noi, che possano mettere mano alle tue piante nel momento migliore per loro.

Durante l'abscissione autunnale

La perdita delle foglie è un momento critico per le piante durante l’anno.

Segue un principio molto simile a quello dell’emissione, nel quale le piante vengono sottoposte a enorme stress che ne può compromettere la salute.

Quindi è necessario attendere la fine della caduta del fogliame per poi procedere con cautela quando sarà arrivato il momento più adatto.

Questa valutazione non è necessario che la faccia tu, puoi affidarti ai nostri tecnici e fare la scelta migliore per la salute del tuo giardino.