Potatura e Abbattimento

Miglioriamo la conformazione del tuo prato e lo stato di salute delle tue piante con le più innovative tecniche di giardinaggio sul mercato.

Potare è davvero così importante per le tue piante?

In natura gli alberi non vengono mai potati e crescono seguendo le condizioni ambientali dettate dal clima in cui si trovano.

Allora perché per i nostri esperti è così fondamentale effettuare la potatura delle tue piante?

Portate in un contesto urbano, gli alberi crescono in spazi ristretti o diversi dal loro contesto naturale.

Col passare del tempo, se le condizioni di crescita non dovessero essere ottimali, potrebbero subire cedimenti strutturali e rompersi.

In caso dovessi avere un giardino veramente grande il danno potrebbe essere ridotto, ma in un’abitazione con poco spazio verde, il pericolo per cose e persone sarebbe reale.

È quindi necessario che i nostri tecnici facciano interventi corretti e regolari per permettere alle tue piante di crescere al meglio e in totale sicurezza.

“Coltivare il giardino ci macchia le mani, ma ci pulisce la mente.”

Il processo di potatura da Piacentini Giardini

Per il nostro team di specialisti la potatura non consiste semplicemente nel tagliare i rami di un albero.

Dedichiamo particolare attenzione a ogni fase del processo.

Ogni taglio influisce sulle condizioni energetiche dell’albero: può procurare una ferita e può modificarne il processo di crescita.

Quando un tecnico Piacentini Giardini effettua una potatura, le sue massime priorità sono:

  • Impostare al meglio la crescita di un giovane albero trapiantato attraverso una potatura di allevamento.  
  • Ridurre o eliminare rami intricati troppo fitti, male inseriti, instabili, deboli o secchi, che potrebbero creare danni strutturali molto importanti.
  • Diminuire i rischi di rottura delle piante, alleggerendo o diradando la massa fogliare.
  • Aumentare la resistenza al vento e favorire la penetrazione della luce all’interno della chioma.  

Ma prima di tutto ciò, strutturiamo un processo che permetta alle tue piante di restare forti e in salute.

Il periodo di potatura

Per i nostri tecnici, anche scegliere il periodo giusto di potatura è fondamentale.

La nostra scelta dipende dal risultato finale desiderato e dalle fasi fenologiche dell’albero.

Eviteremo di intervenire durante le fasi di emissione e di caduta delle foglie nel periodo primaverile o autunnale.

Di conseguenza, i due periodi migliori in cui andremo ad operare sulle tue piante sono l’estate e l’inverno.

Nel primo caso effettueremo la potatura nel periodo esatto in cui la pianta ha terminato la sua crescita e l’emissione di massa fogliare.

In questo modo non intaccheremo la sua struttura, ma potremo agire per permetterle di crescere ulteriormente nel migliore dei modi.

Nel secondo caso, ovvero l’inverno, lavoreremo nell’esatto momento in cui le foglie saranno cadute dalla pianta e sarà iniziato il suo periodo vegetativo.

Un periodo dove la pianta soffre meno ed è più predisposta alla potatura.

Il tutto nel più completo e totale rispetto per i tuoi alberi.

Cosa succede se non fai potare correttamente le tue piante?

Purtroppo, troppo spesso ci capita di incontrare alberi non correttamente potati.

Oltre al negativo impatto estetico che impatta notevolmente sul giardino, l’eliminazione di fogliame da un albero provoca diversi effetti negativi sul suo bilancio energetico.

La crescita delle tue piante, in questo modo, potrebbe essere seriamente compromessa.

Entra nel mondo di Easy Master Garden

Guarda questo estratto di uno dei nostri corsi, spiegati tutti con linguaggio comprensibile e semplice per non impedirne l’apprendimento a nessun volenteroso di crearsi il proprio Paradiso Terrestre.

Gli effetti disastrosi di una cattiva potatura

Riducendo la superficie fogliare, le piante non riusciranno ad accumulare energia mediante la fotosintesi e, di conseguenza, la loro crescita verrà terribilmente compromessa.

Mentre, se eliminiamo rami e branche, dimezzeremo le riserve di energia dell’albero accumulate nel legno.

Questo è il metodo più semplice per procurare grosse ferite che l’albero deve successivamente isolare e sistemare, consumando un’ulteriore quantità importante di energia.

É evidente che potature drastiche e ripetute comportano gravi danni agli alberi,  fino a determinare in breve tempo il loro declino e la successiva morte.

L’albero, per “difendersi” da questi trattamenti continui, emette una grande quantità di rami, con cui poter ottenere nuova energia e nuovo nutrimento.

Al contrario di ciò che la gente pensa, questa non è affatto una dimostrazione che la potatura “ripetuta” fa bene.

Si tratta di un tentativo disperato della pianta di ricostruire le parti mancanti di cui ha necessariamente bisogno.

Infine, è importante che tu sappia che con la potatura non agiamo solo sulla chioma di un albero, ma andiamo ad influire anche sull’apparato radicale della pianta.

A causa dello squilibrio ormonale che molte aziende provocano attraverso potature drastiche, nascono numerosi problemi di instabilità nelle piante del giardino. 

Problematiche che possono durare anche diversi anni successivi alla potatura.

I nostri tecnici sanno perfettamente che, in condizioni normali, non si deve asportare più del 30% della superficie fogliare da un albero adulto in buone condizioni vegetative.

Ecco perché riusciamo a effettuare, nei periodi prestabiliti, qualsiasi potatura nel totale rispetto per la salute delle piante.

Con un risultato finale davvero straordinario. 

L'abbattimento di un albero

I motivi principali per cui si decide di procedere con l’abbattimento degli alberi sono:

  • la sicurezza;
  • eventuali instabilità del terreno;
  • le condizioni degli alberi

Il primo motivo per, nell’eventualità, decideremo di procedere con l’abbattimento di un albero è per ragioni di sicurezza.

Se la pianta in questione è molto grande ma poco resistente, ed esposta ad agenti esterni come piogge, neve o vento, con il suo cedimento  potrebbe causare dei danni.

Se, invece, l’albero ha delle radici che si espandono con grande velocità, rovinando eventuali vialetti o aree cementate, allora dovremmo ideare un processo per abbatterlo in tempo.

In caso l’albero in questione fosse malato, o in fase di decadimento totale, allora dovrà richiedere immediatamente l’intervento del nostro team e essere sostituito con una nuova pianta in salute.

In Piacentini Giardini procediamo con l’abbattimento di un albero tramite due processi fondamentali.

Nelle prossime righe ti mostreremo in cosa consistono.

Metodo #1: piattaforma aerea

L’abbattimento in piattaforma presuppone il fatto che ci sia la possibilità di attuarlo.

Possiamo farlo sia su piattaforma su camion, quindi attraverso un braccio meccanico che ci permetta di sollevare i nostri operatori e procedere con l’abbattimento.

Oppure, attraverso una piattaforma a ragno, ovvero una piattaforma autonoma collegata a cingoli in grado di sollevarsi in totale autonomia.

In caso non ci fossero gli spazi per sfruttare queste due piattaforme, allora si sfrutteranno delle corde per salire.

Ci affidiamo a collaboratori della zona di Verona che si occupano di queste potature, essendo arboricoltori professionisti.

Si tratta di un abbattimento controllato svolto da professionisti che limitano considerevolmente le possibilità che ci siano danni provocati dai pezzi della pianta.

Metodo #2: abbattimento da terra

L’abbattimento da terra è il metodo più classico sfruttato dai nostri operatori.

Prima di tagliare un albero in giardino, procediamo con una pulizia generale dell’area e della pianta.

I rami sporgenti vanno eliminati prima di intervenire sul tronco, in modo che, cadendo, non creino problemi.

Per non avere brutte sorprese, realizziamo una recisione, con un angolo di circa 45 gradi, sul lato scelto vicino alla base del tronco.

Procederemo, poi, al taglio, con motosega, sul lato opposto.

In questo modo, sarà possibile controllare la caduta con grande facilità.